Tutto Scarpa: indice volume 2

Le grandi storie di Romano Scarpa Vol. 2Gli aggiornamenti dal sito del Corriere continuano ad arrivare!

Ora è apparso l’indice del secondo volume:

  • Topolino e il mistero di Tapioco Sesto (Scarpa/Scarpa) 53 pagine;
  • Paperino e l’ora dell’oro (Martina/Scarpa) 31 pagine;
  • Paperino e l’amuleto di Amùndsen (Scarpa/Scarpa) 33 pagine;
  • Topolino e il campionissimo (Scarpa/Scarpa) 32 pagine;
  • Topolino e il Pippotarzan (Scarpa/Scarpa) 55 pagine;
  • Paperino e l’antidollarossera (Scarpa/Scarpa) 25 pagine;
  • Topolino e la nave del microcosmo (Scarpa/Scarpa) 33 pagine;
  • Paperino e la leggenda dello «scozzese volante» (Scarpa/Scarpa) 49 pagine;
  • Tip e Tap gemelli pestiferi (?/Scarpa) 1 pagina;
  • I sogni di Pippo – L’ultimo dei Mohipippi (?/Scarpa) 1 pagina;
  • Zio Paperone in: Il papero più ricco e acido della città (?/Scarpa) 1 pagina;

Viene quindi recuperata Paperino e l’ora dell’oro e spostata avanti al prossimo volume I Sette Nani e il trono di diamanti. Presenti anche le tre storielle inglesi da una pagina, pubblicate successivamente ma forse, in effetti, realizzate in questo periodo.

Sul sito c’è anche una breve anteprima del primo volume con qualche pagina de I gamberi in salmì da cui si deduce (purtroppo) che ha colorazione e lettering usati nella testata Zio Paperone qualche anno fa.

Vorrei comunque sottolineare la lista delle storie del secondo volume… probabilmente il miglior volume Disney mai pubblicato al mondo.

Qualche notizia su “Paperino 3D”

Collana corriere della seraLuca Boschi ha aggiornato il suo blog con qualche informazione in più sul Tutto Scarpa in arrivo a partire da lunedì.

Boschi traccia una breve biografia di Scarpa, per chi non dovesse conoscerlo, e nello specifico molto interessante per quanto riguarda la collana è questa parte su Paperino “3D”, una delle storie del primo volume:

Per la collana in uscita lunedì 20 la storia è stata ampiamente restaurata (al pari di svariate altre, non più disponibili) ed è leggibile e guardabile nella sua versione migliore, poiché sin dalla sua prima uscita sul tascabile il tratto di alcune sue pagine era quasi completamente “bruciato” durante il procedimento di fotolito. I colori originali sono stati ripresi anche nelle ampie parti uscite su Topolino in bianco e nero.

Quindi partiamo con qualche informazione sulla colorazione, da sempre uno dei punti più potenzialmente problematici di questo genere di pubblicazione (perché la più difficilmente modificabile in tempi e budget ristretti). E almeno per quanto riguarda questa storia, questa è un’ottima notizia!