Tutto Scarpa volume 5

Le grandi storie Disney Vol. 5 – Paperino e le lenticchie di Babilonia

Tutto Scarpa volume 5Il periodo d’oro di Scarpa continua su questo quinto volume che vede finalmente in copertina un’immagine tratta da una delle storie riproposte all’interno (e proprio la storia che dà il titolo al volume).

Le storie:

Per la prima volta un intero volume opera del solo Scarpa, senza nemmeno un altro sceneggiatore. E che storie! Oltre a donarci una delle più belle storie di zio Paperone di sempre (le Lenticchie) continua e si conclude la saga di Atomino e riappare Brigitta (con il debutto di Filo Sganga).

Questa volta non c’è spazio per portfolio e schede finali, ma alcuni contenuti aggiuntivi sono integrati nel corpo del volume, come il soggetto del Ratto e le vignette aggiuntive disegnate da Perego che rovinano integrano il finale delle Lenticchie.

Come versioni delle storie questa settimana solo le Lenticchie hanno lettering e colori da Zio Paperone, tutte le altre storie hanno il lettering originale e pure i colori, tranne il Ratto che li eredita da un’edizione su Paperino.

Come sempre, volume imperdibile!

4 pensieri su “Le grandi storie Disney Vol. 5 – Paperino e le lenticchie di Babilonia”

  1. A dire il vero devo ancora verificare sul Topolino originale n. 275, ma nella seconda puntata della Calidornia non mi pare sia stato ripreso il lettering originale, perchè viene riproposto, in almeno una vignetta (ultima della 27° tavola) il testo delle ristampe successive, anzichè il riferimento di Topo the Kid alla sua età ed all’anno 1961 : “già, a 99 anni! sigh! nel 1961” (vado un po’ a memoria), riferimento implicito alla “fregatura” , non ancora svelata, della clausola riportata solo a destra del documento. Corretto invece il rif. successivo al 13 febbraio 1961, era veramente improponibile scrivere, come è stato fatto almeno in due occasioni, una data del 2004, assolutamente inconciliabile con l’età che avrebbe dovuto avere il già decrepito Tony Toponi!
    Complimenti in ogni caso per i volumi, davvero belli, peccato che alcune tavole (fine/inizio delle puntate) non siano di buona qualità, a causa, immagino, della scannerizzazione.

    1. Il lettering è quello originale (e non rifatto completamente come invece nelle altre storie segnalate), ma chiaramente ci sono eventuali modifiche effettuate successivamente!

      Sì, sicuramente la causa della qualità di quelle pagine è dovuta al fatto che gli impianti originali andarono perduti in epoche ormai lontanissime, modificati per le prime ristampe sui Classici che tagliavano queste pagine… e quindi sono semplici scannerizzazioni.

Rispondi