Archivi categoria: Romano Scarpa

Apertura della mostra dedicata a Romano Scarpa al WOW

The Art of Romano ScarpaIeri si è aperta la mostra dedicata a Romano Scarpa “Dall’unghia di Kalì all’ultimo balabù” allo WOW Spazio Fumetto di Milano.

La mostra occupa l’intero primo piano della struttura con più di 150 tavole originali che fanno da pezzo forte, la stragrande maggioranza esposta per la prima volta. Oltre a queste disegni, schizzi, storyboard, layout, pagine tagliate, modificate, soggetti, studi, edizioni italiane, edizioni estere e chi più ne ha più ne metta. Presente anche uno maxischermo interattivo dove i visitatori possono selezionare i personaggi creati da Scarpa e leggerne le origini. Disponibile inoltre per consultazione e lettura l’intera Opera Omnia edita da Corriere e Gazzetta nel 2014.

Nel mio piccolo ho fornito un paio di originali e diverse ristampe estere (USA, Grecia, Francia e paesi nordici), ma la parte del leone la fanno sicuramente le opere del collezionista Marco Castelletta, a cui sostanzialmente si deve la mostra.

Il catalogo, molto bello, è in vendita direttamente al WOW per 25 EUR (e potete trovarne’ un’anteprima sul sito artoon.it. La copertina è un remake fatto dallo stesso Scarpa di una sua autocaricatura degli anni 80 colorata appositamente per l’occasione da Casty. Nel volume, oltre alla riproduzione di tantissime delle opere presenti nella mostra, potete trovare introduzioni di Luca Bertuzzi, Luca Boschi e dello stesso Castelletta, oltre a una breve biografia di Scarpa.

All’incontro di apertura della mostra, tenutosi ieri alle 16:30, ha tenuto banco Luca Boschi accompagnato da Davide Catenacci della redazione di Topolino e dal grande Marco Rota che tra le varie cose ha ricordato il viaggio dei collaboratori Disney (tra cui Scarpa) negli Stati Uniti degli anni 70. Intervenuti anche il presidente della Fondazione Franco Fossati Luigi F. Bona, i disegnatori Sandro Dossi e Blasco Pisapia e lo stesso Castelletta.

Nelle prossime settimane vi presenterò qualche chicca presente alla mostra… ma il mio consiglio è sicuramente quello di ritagliarvi un pomeriggio e andare a visitarla!

Ecco un piccolissimo assaggio di quello che vi attende… ma ovviamente le foto (con tanto di inevitabili riflessi) non fanno giustizia a quello che dovete vedere con i vostri occhi!

Il WOW Spazio Fumetto è a Milano in viale Campania 12. La mostra sarà aperta fino al 13 marzo con i seguenti orari: Dal martedì al venerdì dalle 15 alle 19; sabato e domenica dalle 15 alle 20; lunedì chiuso. Ingresso 5 EUR.

Tavola inedita da “Domenica In”

Topolino e la grande esposizione romanaA volte eBay regala delle belle sorprese.

Come questa tavola di Romano Scarpa saltata fuori dal nulla poche ore fa e che risulterebbe inedita e finora ai più sconosciuta. Topolino e la grande esposizione romana.

Anche se in realtà del tutto sconosciuta non è visto che sembrerebbe essere stata realizzata in diretta TV durante una puntata di “Domenica In” nel 1993 (dovrebbe essere la puntata del 28 novembre), in occasione dei 60 anni di Topolino in Italia. Il formato è 70×50 cm.

Questo il link dell’asta eBay. Se qualcuno ha 9000 (!) EUR che avanzano…

Tra l’altro ora si apre un’altra sfida… trovare una registrazione di quella puntata di “Domenica In”!

Grazie a Francesco Gerbaldo per la segnalazione.

Dieci anni fa Scarpa ci lasciava…

ScarpaEra un sabato, il 23 aprile 2005. Ricordo come fosse ieri la telefonata di Leonardo Gori che mi diede la terribile notizia.

Dieci anni dopo il Papersera si muove per ricordare il maestro con una serie di iniziative che inizieranno a breve. Ovviamente darò la massima visibilità possibile a tutto questo, ringraziando Paolo Castagno per l’ottima idea avuta.

Inoltre Valentina De Poli, direttrice di Topolino, dedica il numero in edicola da ieri (il 3100) a Scarpa, ricordando il decennale della scomparsa.

Intanto ricordo il tributo che più di 400 persone vollero lasciare sul sito dieci anni fa.

La copertina del libro blu

Visto che dobbiamo consolarci per essere orfani dell’Opera Omnia… ecco una chicca inaspettata e appena ritrovata dopo 27 anni dalla pubblicazione originale, le matite originali della copertina del libro blu, del 1988!

Con le note a margine di Scarpa per le indicazioni colore e i piccoli personaggi di “Sotto i tetti di Venezia” attaccati sulla quarta di copertina con lo scotch!

Grazie a Leonardo Gori!